Hoval: quando l’efficienza è un gioco di squadra

Tecnologie Hoval ad alta efficienza, gestite da un sistema di regolazione intelligente, per la riqualificazione dell’Istituto Salesiano San Lorenzo di Novara.

L’Istituto Salesiano San Lorenzo di Novara ospita un liceo, una scuola media, un collegio universitario e una scuola di formazione professionale.

Nato nel 1893, l’Istituto Salesiano San Lorenzo rappresenta fin dalle origini uno dei punti di riferimento più importanti della comunità novarese. Luogo dedicato all’istruzione e alle attività oratoriali, l’istituto ha assunto nel tempo molteplici funzioni e oggi ospita un liceo, una scuola media, un collegio universitario e una scuola di formazione professionale.Una struttura articolata, dotata di spazi eterogenei dedicati a diverse attività e “popolata” da una grande quantità di persone che deve quindi essere in grado di assicurare il miglior comfort termico possibile ad un’utenza diversificata. Da questa esigenza è derivato il complesso progetto di efficientamento energetico che ha interessato l’Istituto in più fasi.

Stop ai consumi di acqua calda

L’intervento si è reso necessario innanzitutto per ridurre gli elevati consumi energetici determinati dalla produzione di acqua calda sanitaria, affidata a una caldaia a vapore che da 12 anni era a servizio delle cucine, della lavanderia e della palestra. Per raggiungere questo obiettivo  la caldaia esistente è stata sostituita con sistemi ad alta efficienza a marchio Hoval: due caldaie murali TopGas® Classic e due scaldacqua con scambiatore di calore Combival.

Il complesso progetto di efficientamento energetico ha interessato l’Istituto in più fasi, con l’obiettivo di assicurare il miglior comfort termico possibile ad un’utenza diversificata.

Le nuove caldaie installate sfruttano la tecnologia a condensazione a gas, che non solo consente di garantire un elevato comfort termico ma anche di diminuire sensibilmente i consumi e i costi energetici, oltre alle emissioni inquinanti. Molto compatta e in grado di inserirsi perfettamente in ogni spazio, anche ristretto, la caldaia TopGas® si è dimostrata da subito la scelta ideale per soddisfare l’esigenza principale  della committenza. Il risparmio è stato così elevato da lasciare inizialmente incredulo l’istituto che, per assicurarsi del corretto funzionamento del nuovo impianto, ne ha richiesto un monitoraggio settimanale, affidato al meccanismo di regolazione Hoval TopTronic®E. I dati hanno effettivamente evidenziato e confermato un’eccezionale riduzione dei consumi: da 5000 a 18 m3 di gas.  Ora l’istituto consuma più nella residenza estiva di Malesco, in Val Vigezzo, che nell’intero comprensorio di Novara.

A garantire l’elevato comfort hanno contribuito anche i due preparatori di acs Combival, dotati di scambiatore di calore per riscaldare insieme alle due caldaie murali TopGas®. L’efficace isolamento termico di questa versatile gamma di bollitori, che possono essere combinati con pompe di calore, caldaie a olio/gas e a biomassa e in teleriscaldamento (in opzione anche la resistenza elettrica può essere usata come fonte di riscaldamento supplementare), permette di ridurre le perdite di calore, con ulteriori vantaggi in termini di risparmio energetico e quindi economico. Ora, anche nei periodi di maggiore necessità è possibile soddisfare le richieste della struttura con un solo bollitore, utilizzando i due Combival a settimane alterne, con un solo grado giornaliero di dispersione.

Intervento sulla centrale termica

Il passo successivo è stato la riqualificazione della centrale termica. In primis è stato necessario intervenire sull’involucro edilizio e successivamente sull’impianto esistente, installato nel 1988 e costituito da due caldaie a tubi di fumo tradizionali per un totale di 3600 kW. I due impianti sono stati sostituiti con una caldaia a condensazione ad alta efficienza Hoval Ultragas® 1000, mantenendo in back-up uno dei vecchi generatori.

L’intervento ha previsto l’installazione di una caldaia a condensazione ad alta efficienza Ultragas® 1000 e di due caldaie murali TopGas® Classic Hoval. Il monitoraggio del nuovo impianto è affidato al meccanismo di regolazione Hoval TopTronic®E.

Molto flessibile perché combinabile con tutti i tipi di generatori di calore e con i sistemi a energia solare, Hoval Ultragas® assicura un ottimo rendimento termico e la riduzione del consumo di gas. Nello specifico, il riscaldamento costante è stato garantito da un impianto ad anello, caratterizzato da un grosso volume d’acqua che, facendo da volano, funge da sorgente di calore in fase invernale e da sistema di smaltimento di calore in fase estiva. Questa tipologia di impianto, dove l’anello d’acqua trasferisce il calore alle zone che devono essere riscaldate, consente una regolazione individuale della temperatura in ogni stagione. A tutto vantaggio dell’efficienza energetica, come hanno confermato anche i numeri: si è passati dai 152.000 m3 di gas della stagione 2016/2017 ai 105.760 m3 della stagione 2017/2018, con un risparmio più evidente nella stagione estiva per la produzione di acqua calda sanitaria. Anche nella riqualificazione della centrale termica non sono state rilevate dispersioni.

Predittività e gestione intelligente

Il risparmio energetico ottenuto è stato così elevato da sorprendere sia la committenza – Don Giorgio Degiorgi e Matteo Buscaglia, rispettivamente direttore e coordinatore delle attività amministrative dell’Istituto Salesiano – sia lo studio termotecnico Monsù di Novara. A dissolvere ogni dubbio sui risultati raggiunti è stato però il sistema di regolazione intelligente Hoval TopTronic®E che opera in totale autonomia, regolando automaticamente il funzionamento dell’impianto, e quindi la produzione di calore e il consumo di energia, in base alle reali necessità e all’andamento delle condizioni meteorologiche esterne.

Collegato a Internet, TopTronic® E fornisce dati analitici sull’andamento e l’efficienza dell’impianto, con informazioni sui consumi e i relativi costi. L’utente può gestire il riscaldamento anche da remoto, attraverso il proprio smartphone in modalità touch, per adattarlo alle esigenze quotidiane o settimanali.

I due preparatori di acqua calda sanitaria Combival, dotati di scambiatore di calore per riscaldare insieme alle due caldaie murali TopGas®

I risultati sono stati evidenti fin dall’inizio: mentre prima la committenza aveva continui problemi con la regolazione della caldaia a vapore che spesso andava in blocco, ora, grazie al sistema predittivo di Hoval, tutti gli addetti ai lavori possono intervenire tempestivamente anche da remoto per capire se qualcosa non funziona ed eventualmente prevedere l’errore o il sovraccarico. TopTronic®E, infatti, è anche in grado di riconoscere in automatico quando è necessario un intervento di assistenza tecnica e di avvisare contemporaneamente, sulla centralina e sullo smartphone, l’utente e l’assistenza: è quindi molto prezioso per riconoscere in tempo utile eventuali guasti e programmare gli interventi in modo più funzionale.

Termoregolazione dinamica

Con questo innovativo sistema, l’istituto è passato dalla termoregolazione statica a quella dinamica, caratterizzata da un approccio predittivo che porta a consumare solo quanto è necessario, evitando inutili sprechi, costi superflui e riducendo le emissioni di CO2.

Il principio della predittività quindi porta ancora più vantaggi se esteso anche alla manutenzione perché, sulla base dei dati raccolti, monitorati e analizzati, l’intera filiera produttore/installatore/utilizzatore finale riesce invece ad avere un maggior controllo dell’impianto in tempo reale, in modo facile e intuitivo. Un aspetto, quest’ultimo, che ha pienamente soddisfatto la committenza e tutti gli addetti ai lavori – oltre allo studio termotecnico Monsù anche l’impresa di installazione Moro & Ciprian e l’Assistenza Breviglieri – rafforzando la già stretta collaborazione che fin dall’inizio si è creata tra le persone coinvolte nel progetto. L’istituto è felice di essersi affidato a installatori competenti e disponibili, che sono intervenuti velocemente per soddisfare le esigenze della scuola – collaudando la caldaia a inizio dell’anno scolastico e senza lasciare l’istituto nemmeno una notte senza acqua calda. L’Istituto si è distinto anche per un atto di grande umanità, prestando aiuto a un rifugiato politico: un gesto in linea con i principi di amore, solidarietà e altruismo dell’insegnamento di San Giovanni Bosco.

L’efficienza energetica ottenuta grazie alle nuove tecnologie installate ha talmente soddisfatto la committenza da indurla a proseguire su questo percorso green. Il prossimo passo è infatti rappresentato dalla sostituzione della centrale termica della chiesa (inaugurata nel 1897) con un innovativo impianto a pannelli radianti. Un intervento non nuovo per Hoval, già impegnata nell’innovativa riqualificazione della centrale termica del Duomo di Montichiari, in provincia di Brescia.

SCHEDA D’IMPIANTO

Committenza: Istituto Salesiano San Lorenzo

Luogo: Novara

Oggetto: Riqualificazione energetica

Progetto: Studio Termotecnico Monsù, Novara

Installazione impianto: Moro & Ciprian snc

Assistenza: Breviglieri sas di Alessandro Breviglieri & C.

Tecnologie installate: 2 caldaie murali TopGas® classic; 2 scaldacqua con scambiatore di calore Combival; 1 caldaia a condensazione ad alta efficienza Hoval Ultragas® 1000; sistema di regolazione TopTronic®E.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here