Nuova scheda per ingressi digitali 

Carel (Brugine, PD) ha ampliato la sua gamma di espansioni I/O, sviluppando la nuova scheda espansione per Ingressi Digitali.

Le espansioni I/O sono moduli che possono essere aggiunti a svariate applicazioni del condizionamento per aumentare la numerosità di ingressi e uscite del controllo che effettua la regolazione, con l’obiettivo di ottimizzare la flessibilità e la modularità delle soluzioni.

Uno degli utilizzi più diffusi è quello in cui nelle sezioni ventilanti, costituite da più ventilatori con motore elettronico, sia necessario monitorare la velocità dei singoli dispositivi per verificarne lo stato di funzionamento, e agire sugli altri ventilatori nel caso si guasti uno di essi. CAREL da molto tempo offre gli strumenti per supportare i sistemi di grandi dimensioni, come le Unità di Trattamento Aria o i Dry Coolers, in cui i ventilatori utilizzati sono dotati di elettronica in grado di comunicare in Modbus®, che rende possibile monitorare direttamente il loro stato di funzionamento.

Tuttavia, nelle unità di dimensioni e capacità più piccole (che hanno ventilatori più semplici ed economici), non è presente la comunicazione seriale, necessaria per restituire un segnale ad impulsi legato alla velocità di rotazione leggibile dagli ingressi digitali veloci. Proprio per questo Carel ha sviluppato la nuova scheda espansione per Ingressi Digitali, una soluzione ideale per tutti i casi in cui si debbano leggere numerosi ingressi digitali (anche veloci fino a 500 Hz) mantenendo limitati nel contempo il numero totale di I/O e lo spazio necessario, aggiungendo solo quello che serve.

Ciò accade ad esempio nelle cosiddette “in row units” utilizzate nel raffreddamento dei Datacenter, unità molto compatte che per il loro funzionamento non necessitano di un’architettura complessa di controllo dei dispositivi, o di particolari sensori. Esse sono dotate di almeno 8 ventilatori in parallelo, che costituiscono un’unica sezione ventilante e che devono essere monitorati singolarmente. In questo caso la lettura del segnale risulta un modo semplice ed efficace per la verifica del funzionamento, e una soluzione più economica rispetto all’installazione di costosi sensori di portata aria.

Nella nuova scheda espansione il numero degli ingressi digitali previsti è molto ampio, per garantire la massima flessibilità nelle diverse applicazioni: ciò diventa indispensabile per le unità nelle quali il controllo principale richiede un numero di input e output limitati, ma gli ingressi digitali da collegare sono molteplici, ad esempio per rilevare allarmi o segnalazioni di diversa natura.

L’intera gamma di espansioni I/O di può essere integrata in soluzioni basate sulle piattaforme di controlli programmabili CAREL pCO e c.pCO, o come parte integrante di un’architettura con un controllo diverso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here