Valvole miscelatrici motorizzate

Fig. 1 – Le valvole miscelatrici filettate a settore Serie 610 di Caleffi.

Le valvole miscelatrici (figura 1) consentono la regolazione di un impianto di riscaldamento centralizzato attraverso la miscelazione dell’acqua in uscita dalla caldaia con quella di ritorno dall’impianto, allo scopo di ottenere la temperatura desiderata di mandata all’utenza. Possono essere motorizzate e abbinate a regolatori climatici per l’invio dell’acqua calda all’utenza secondo l’effettivo carico termico necessario.

Come funzionano le valvole di regolazione a 3 vie

Le valvole miscelatrici sono valvole a 3 vie. Queste valvole possono assumere differenti configurazioni, a seconda delle direzioni dei flussi fra le tre porte (figura 2).

Fig. 2- Principio di funzionamento di una valvola miscelatrice.

Se la valvola presenta due ingressi e un’uscita è detta valvola miscelatrice. In questa configurazione, come suggerisce il nome stesso, la posizione dell’otturatore varia i flussi in ingresso dalle porte “A” e “B” che si uniscono in un unico flusso in uscita attraverso la porta comune “AB”. In questo modo è possibile regolare la percentuale di miscelazione dei flussi in ingresso, passando da un flusso totalmente proveniente dalla porta “A” ad uno totalmente derivato dalla porta “B”. Di conseguenza, le posizioni intermedie dell’otturatore stabiliscono la percentuale di miscelazione dei flussi in ingresso.

Questa configurazione è principalmente utilizzata per le regolazioni di temperatura, sfruttando la miscelazione di flussi in ingresso a temperature diverse allo scopo di ottenere la temperatura desiderata in uscita. Se invece la valvola presenta un ingresso e due uscite, viene detta valvola deviatrice. In questo modo di funzionamento il flusso proveniente dalla via comune “AB” viene deviato verso le porte “A” o “B”. Di conseguenza, le posizioni intermedie dell’otturatore determina- no una precisa quota di ripartizione del flusso tra le due vie di uscita. Grazie a questa modalità di funzionamento, le valvole a tre vie in configurazione deviatrice sono utilizzate per il controllo della portata, senza però variare il flusso in ingresso alla valvola.

LE VALVOLE MISCELATRICI MOTORIZZATE A 3 VIE CALEFFI

Le valvole miscelatrici filettate a settore della serie 610 di Caleffi sono disponibili nella gamma completa da 1/2” a 2” per impianti di riscaldamento, sono abbinabili a servomotori 0÷10V o 3 punti e garantisco-no un’elevata precisione di regolazione del fluido termovettore.

Caratteristiche tecniche:

– Corpo in ottone.

– Pressione max di esercizio, 10 bar.

– Δ p max, 1 bar.

– Campo di temperatura, 5 ÷ 110 °C.

Caratteristiche di una valvola miscelatrice a settore

Nelle valvole miscelatrici a settore (come la Serie 610 di Caleffi) l’otturatore ruota sul proprio asse aprendo gli opportuni passaggi sulle sedi della valvola (figura 3). Il movimento è quindi rotativo. Possono essere costruite in modo da ottenere differenti comportamenti idraulici. Ciò è possibile intervenendo sulle geometrie interne dei componenti in fase progettuale e costruttiva. In particolare, nelle valvole a settore, possono essere ricavate specifiche forme delle sezioni di passaggio in funzione della caratteristica idraulica che si vuole ottenere.

Fig. 3 – Componenti di una valvola miscelatrice a settore.

Dove installare una valvola miscelatrice

Le valvole miscelatrici trovano applicazione negli impianti in cui è richiesta la regolazione della temperatura. Lo schema di installa- zione tipico è quello del “circuito di miscelazione”, tramite il quale viene controllata la gestione del grado di apertura della valvola miscelatrice (figura 4). In questo modo, infatti, il flusso in mandata può essere opportunamente miscelato con quello di ritorno. La pompa del circuito utenza preleva direttamente la portata dal circuito primario.

Fig. 4 -Regolazione con valvole a 3 vie in una centrale termica medio grande.

 

 

VERSATILITÀ DI INSTALLAZIONE E RISPARMIO ENERGETICO

Ing. Elia Cremona, coordinatore del team di sviluppo prodotto.

«La principale applicazione delle valvole miscelatrici a settore è la regolazione di un impianto di riscaldamento centralizzato attraverso la miscelazione dell’acqua in uscita dalla caldaia con quella di ritorno dall’impianto, allo scopo di ottenere la temperatura desiderata di mandata all’utenza. Questo prodotto ha però anche una flessibilità di installazione che lo differenzia: può essere impiegato come valvola deviatrice in applicazioni di riscaldamento. Vediamo quando. Ad esempio, a servizio di ventilconvettori in impianti a portata costante. E non solo: le caratteristiche idrauliche delle valvole miscelatrici a settore serie 610 sono le medesime su ciascuna delle tre vie e questo ne conferma la flessibilità. Così è possibile ottenere la massima versatilità di installazione configurando la valvola in modo da operare con sensi di flusso interni che si adattano facilmente alle esigenze di installazione. Un’altra peculiarità da evidenziare è legata al risparmio energetico. Le particolarità costruttive della valvola e i bassi attriti interni, consentono la movimentazione dell’asta di comando con basse coppie motrici. Questa caratteristica permette una regolazione accurata e al contempo un consumo energetico molto ridotto dei servomotori abbinati a queste valvole».

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here