AiCARR: il Governo non sprechi l’occasione del Superbonus 110

“Il Superbonus è un’occasione unica per riqualificare il patrimonio edilizio italiano, costituito da numerosi edifici costruiti prima degli anni ’80. Riservare l’incentivo ai soli condomini o abbassare la percentuale di rimborso dal 2024 ridurrebbe l’efficacia e l’attrattività della misura”. Così, Filippo Busato, presidente di AiCARR, Associazione italiana Condizionamento dell’Aria, Riscaldamento e Refrigerazione, chiede al Governo di estendere i tempi di applicazione del bonus che permette di riqualificare il patrimonio edilizio esistente con uno sconto del 110%.

Il Superbonus, spiega Busato, può contribuire alla decarbonizzazione, traghettando l’Italia verso un futuro più efficiente. “La maggior parte di abitazioni e condomini italiani non sono stati costruiti rifacendosi ai criteri di efficienza. Grazie al Superbonus 110% possiamo ridurre il consumo energetico e optare per scelte più sostenibili, catalizzando la decarbonizzazione, grazie a pompe di calore, rinnovabili e non solo”.

Per AiCARR la misura può essere anche strumento di ripartenza economica post Covid-19. “Il bonus può anche essere volano per la ripresa del mercato edilizio, che in questi mesi ha visto crollare il prezzo degli immobili. In questo senso, come più volte ribadito, il Superbonus non rappresenta solo un costo per lo Stato, ma si traduce in nuovi stimoli per la crescita economica”, aggiunge Filippo Busato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here