Penitenzieria della Sindone, edificio sostenibile

VMC per Penitenzieria a TorinoMigliaia di visitatori e pellegrini arriveranno a Torino in occasione dell’ostensione della Sindone, che si protrarrà fino al 24 giugno. Per offrire ai visitatori uno spazio di raccoglimento al termine della visita, di fronte al Duomo è stata realizzata una “Penitenzieria”. Si tratta di un edificio di architettura ecosostenibile, realizzato ad hoc per questa funzione. Per il progetto è stato siglato un Protocollo d’intesa fra il Comitato della Sindone, la start up be-eco e altre 18 aziende che hanno partecipato all’iniziativa come sponsor, fornendo materiali, tecnologie e servizi a titolo gratuito, con il supporto tecnico del Politecnico di Torino.

Il contributo di Hoval

Per poter rispondere in modo ottimale ai requisiti del Protocollo, si è prestata particolare attenzione all’involucro dell’edificio, realizzando una facciata ventilata innovativa e adottando un sistema impiantistico in grado di garantire un buon livello di comfort per gli operatori e gli ospiti della Penitenzieria. Tra le 18 aziende che hanno contribuito alla realizzazione del progetto, la sfida è stata raccolta anche da Hoval, che ha fornito il sistema di ventilazione meccanica controllata HomeVent®   FR 180, completo di sistema di distribuzione e accessori.

Il sistema VMC

 

Il sistema di VMC HomeVent® fornito da Hoval

Il sistema di VMC HomeVent® fornito da Hoval

Il sistema di VMC HomeVent® consente di creare un microclima ottimale, recuperando il calore e l’umidità presenti negli ambienti e immettendoli in modo funzionale nel sistema. In questo modo viene garantita la presenza costante di aria fresca e anche il risparmio energetico. La qualità dell’aria migliora, perché vengono tra l’altro vengono eliminate le impurità, i pollini e le particelle nocive per la salute. Il fulcro del sistema di ventilazione meccanica controllata Hoval HomeVent® comfort FR 180 è lo scambiatore di calore con recupero entalpico che recupera appunto il calore e l’umidità. Premesse ottimali per creare un microclima gradevole all’interno della Penitenzieria, tenendo conto dell’affollamento interno dei visitatori e delle temperature stagionali elevate.

Protocollo ITACA per un edificio sostenibile

L’edificio della Penitenzieria, un prototipo di architettura sostenibile ECO Home™ è stato realizzato sulla base del Protocollo ITACA, e nei tre mesi di permanenza presso piazza San Giovanni sarà monitorato rispetto ai consumi energetici grazie alla collaborazione con il Politecnico di Torino. Il progetto dell’edificio verrà inoltre certificato secondo i principi PEFC™ di responsabilità etica e ambientale nella gestione delle risorse legnose grazie al supporto di PEFC Italia e di un ente internazionale terzo di certificazione. Al termine dell’Ostensione della Sindone, il progetto entrerà a far parte dell’edizione 2015 del Festival Architettura in Città (30 giugno – 4 luglio), una manifestazione organizzata dalla Fondazione Ordine Architetti di Torino (FOAT). La struttura  di piazza San Giovanni si trasformerà nella cornice per visitare una mostra fotografica sui volti e le identità dei visitatori dell’Ostensione 2015.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

RCI – Riscaldamento Climatizzazione Idronica © 2017 Tutti i diritti riservati