“Fusion 25”, il nuovo piano di gestione strategica di Daikin

Daikin: CEO Patrick Crombez
Daikin Europe N.V. svela un ambizioso piano quinquennale: 840 milioni di euro da investire e 4.000 nuovi posti di lavoro

Il piano Fusion 25 di Daikin parte da un contesto sociale in cui l’umanità si trova ad affrontare questioni urgenti, come il riscaldamento globale, la carenza di fonti di energia e la necessità di aria sana negli ambienti interni. Questi temi coincidono con la digitalizzazione della società, che cambia radicalmente il modo in cui viviamo e operiamo. Daikin considera sua responsabilità contribuire a risolvere queste sfide sociali, facendo al contempo crescere il proprio business.

Il piano identifica tre aree strategiche di crescita per le quali sono previsti ingenti investimenti:

  1. Carbon neutrality per Daikin entro il 2050
  2. Essere un fornitore di soluzioni complete
  3. Creare un’aria indoor più sana
Daikin azzera le emissioni di anidride carbonica entro il 2050

Daikin prende sul serio il proprio ruolo nella gestione delle emissioni di anidride carbonica. In questo contesto, nel 2018, Daikin Industries Ltd. ha lanciato la sua Environmental Vision 2050. Nell’ambito di questo programma, Daikin mira a raggiungere la carbon neutrality in ogni aspetto della sua attività, inclusa la fase di utilizzo e di smaltimento dei prodotti installati. Il primo obiettivo intermedio è quello di raggiungere una riduzione del 30% delle emissioni di CO2 entro il 20251.

Per i prossimi cinque anni, l’obiettivo di Daikin Europe N.V. sarà quello di contribuire al piano globale con l’espansione del proprio business per le pompe di calore, sviluppando apparecchiature di climatizzazione e refrigerazione a risparmio energetico con un più basso potenziale di riscaldamento globale (GWP) e/o refrigeranti naturali, oltre a stabilire un modello di business circolare per i refrigeranti.

Per innovare la tecnologia delle pompe di calore e della refrigerazione, Daikin ha deciso di stabilire il suo centro di R&S globale a Ghent in Belgio e di espandere notevolmente le proprie capacità.

Tecnologia delle pompe di calore

Le pompe di calore svolgono un ruolo cruciale nel piano globale di riduzione di CO2 di Daikin. Daikin promuoverà a livello globale l’adozione della tecnologia delle pompe di calore per ridurre le emissioni di anidride carbonica.

Le pompe di calore in Europa contribuiscono alla strategia di decarbonizzazione del Green Deal dell’UE per il settore del riscaldamento. Per ogni kWh di calore richiesto, l’impatto di anidride carbonica di una pompa di calore è metà di quello di una caldaia a gas ad alta efficienza. E quando funziona con elettricità rinnovabile, il carbon footprint di una pompa di calore diminuisce ancora di più, a differenza del riscaldamento a combustione.

• Grazie alle favorevoli condizioni di mercato e alla sua lunga esperienza nelle pompe di calore, Daikin intende più che raddoppiare il business del riscaldamento entro il 2025. Tutte le pompe di calore vendute in Europa sono sviluppate e prodotte in Europa, negli stabilimenti Daikin in Germania, Belgio e Repubblica Ceca.

Mr. Patrick Crombez, General Manager Heating Business: “Il modo in cui riscaldiamo i nostri edifici in Europa è una grande fonte di emissioni di anidride carbonica e non abbiamo più tempo per decarbonizzare in questo settore. Questo decennio è cruciale per agire e l’UE è all’avanguardia con i suoi obiettivi di Green Deal per ridurre le emissioni di anidride carbonica di almeno il 55% entro il 2030. Il nostro piano strategico lo supporta pienamente e include importanti investimenti nella ricerca e sviluppo delle pompe di calore e nell’aumento della capacità produttiva in Europa. Miriamo a guidare una crescita veramente sostenibile nel settore del riscaldamento”.

Iniziative sui refrigeranti

La transizione verso modelli di business circolare è un altro punto di forza del Green Deal dell’UE. Daikin Europe ha già stabilito un programma per l’uso circolare dei refrigeranti utilizzati nelle grandi apparecchiature commerciali per la climatizzazione, noto come LꚙP by Daikin. Il piano è di estenderlo a più tipologie di prodotti e refrigeranti.

• Nell’ottica di sviluppare una linea di business sostenibile che copra l’intera catena del freddo, l’azienda espanderà ulteriormente la sua linea di prodotti applied e di refrigerazione che combina il risparmio energetico con refrigeranti naturali e a basso GWP.

Essere un fornitore di soluzioni complete

Nei prossimi anni Daikin intende espandere i servizi a valore aggiunto basati sulla connettività delle apparecchiature, come il monitoraggio dei livelli di CO2 al chiuso, il consumo energetico e la manutenzione predittiva.

Nel nuovo ecosistema di professionisti, installatori e utenti finali connessi digitalmente, l’obiettivo di Daikin è quello di offrire convenienza a tutti, facilitando l’acquisto, l’installazione, l’uso e la manutenzione dei propri sistemi. Parte dell’investimento di 840 milioni di euro andrà allo sviluppo di una piattaforma di customer engagement.

Inoltre, per raggiungere i suoi utenti finali residenziali e favorire la comprensione delle sue soluzioni a bassa emissione di anidride carbonica e a risparmio energetico, il gruppo aprirà showroom interattivi nelle principali città europee.

Soluzioni complete per le esigenze specifiche dei clienti

Daikin intende sfruttare il suo ampio portfolio e il suo know-how tecnologico in tutte le aree della propria attività – riscaldamento, ventilazione, condizionamento dell’aria e refrigerazione – per offrire soluzioni che soddisfino le diverse esigenze dei clienti, aiutandoli anche a ridurre le proprie emissioni di CO2. L’azienda potenzierà notevolmente le proprie capacità di vendita e di assistenza attraverso assunzioni, partnership e crescita esterna.

Aspetti salienti del segmento commerciale e industriale

Fornire soluzioni di manutenzione, riparazione, retrofit e sostituzione, che possono includere la progettazione di sistemi e servizi di ingegneria per i propri prodotti, o combinati con apparecchiature e controlli esterni.

Fornire servizi di consulenza per la progettazione e l’ingegneria di sistemi ottimali a sostegno delle più esigenti norme di bioedilizia, acustica e design.

Supply chain refrigerata: focalizzarsi in particolare sulla catena del freddo alimentare dal luogo di produzione al consumo (“Farm to Fork”). Contribuire a ridurre gli sprechi di cibo e a garantire la sicurezza alimentare utilizzando dati e monitoraggio. Inoltre, ampliare l’offerta di soluzioni specifiche per la catena del freddo in campo medicale.

Creare un’aria indoor sana

Il gruppo Daikin a livello globale dispone di una linea completa di apparecchiature di ventilazione e purificazione dell’aria. All’inizio di quest’anno i purificatori d’aria Daikin sono stati testati dal rinomato Institut Pasteur di Lille che ha confermato la loro elevata efficienza nell’eliminazione di virus respiratori come l’influenza stagionale. Daikin Europe mira a diventare l’attore principale della regione nel mercato della ventilazione e della purificazione dell’aria.

President Daikin Europe – Mr Tsubouchi

Mr Tsubouchi, President of the Daikin Europe Group conclude: “Il nostro obiettivo è quello di essere un’organizzazione in cui persone diverse provenienti da tutto il mondo possano svolgere un ruolo attivo e creare nuovo valore per le imprese, i clienti locali e per la società in Europa, Medio Oriente e Africa. Siamo in una nuova era e ci stiamo reinventando per offrire innovazioni e soluzioni su misura in tutti i prodotti Daikin e i segmenti di business. Sono certo che, insieme ai nostri partner fedeli e alla piena collaborazione con organizzazioni che condividono le nostre ambizioni per la società, realizzeremo i nostri obiettivi per la nostra Fusion 25”.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

[recaptcha]
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here