Mappa della qualità dell’aria urbana

L’Agenzia europea dell’ambiente ha presentato una mappa visuale della qualità dell’aria nelle città europee, che permette di verificare quale sia stata la qualità dell’aria negli ultimi due anni nella propria città e di confrontarla con quella di altre città europee.

La mappa visuale riporta dati sui livelli di particolato fine in oltre 300 città di tutti i paesi aderenti all’AEA, sulla base di quelli comunicati all’Agenzia dai paesi membri a norma delle direttive dell’UE sulla qualità dell’aria ambiente. I dati provengono dalle misurazioni a terra del PM2,5 effettuate da più di 400 stazioni di monitoraggio nelle aree urbane e suburbane, che delineano un quadro netto dell’esposizione della popolazione all’inquinamento atmosferico.

Le letture e le classifiche si basano sulla concentrazione media annua di PM2,5 negli ultimi due anni solari, calcolata utilizzando dati aggiornati per l’anno più recente e dati convalidati sulla qualità dell’aria per l’anno precedente.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha definito orientamenti sanitari per l’esposizione a lungo termine al particolato fine pari a 10 microgrammi per metro cubo d’aria (10 μg/m3). L’Unione europea ha fissato un valore limite annuale per il particolato fine pari a 25 μg/m3, in conformità delle politiche volte a promuovere l’aria pulita in Europa.

La mappa valuta di conseguenza i livelli di qualità dell’aria come segue:

– buono per livelli di particolato fine che sono al di sotto del valore di riferimento annuale  dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di 10 μg/m3;

– mediocre per livelli da 10 a meno di 15 μg/m3;

– scarso per livelli da 15 a meno di 25 μg/m3;

– molto scarso per livelli pari e superiori al valore limite dell’Unione Europea di 25 μg/m3.

Delle 323 città che figurano nella mappa, 127 hanno una qualità dell’aria classificata come buona, mentre rientrano nella categoria con qualità dell’aria molto scarsa cinque città (situate in Polonia, Croazia e Italia).

Dal 2019 al 2020 le tre città europee più pulite in termini di qualità dell’aria sono state Umeå (Svezia), Tampere (Finlandia) e Funchal (Portogallo), mentre le tre più inquinate sono state Nowy Sacz (Polonia), Cremona (Italia) e Slavonski Brod (Croazia).

Per sapere qual è la qualità dell’aria nella propria città in ogni momento, è possibile consultare la pagina dell’indice europeo della qualità dell’aria (https://airindex.eea.europa.eu). L’indice contiene informazioni sulla qualità dell’aria negli ultimi due giorni e una previsione sulle 24 ore, insieme a raccomandazioni sanitarie per l’esposizione a breve termine all’inquinamento atmosferico. L’indice prende anche in considerazione una gamma più ampia di inquinanti atmosferici, tra cui il particolato, il biossido di azoto, l’anidride solforosa e l’ozono.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here