Norma sulla gestione dei progetti

È stata pubblicata la norma UNI ISO 21502, nuova edizione della serie “Project programme and portfolio management – Guidance on project management”, che sostituisce la ISO UNI 21500, entrata in vigore nel 2012.

La nuova norma segue un approccio basato sulle cosiddette “pratiche” per la gestione progetti, un concetto più ampio dei processi (su cui era basata la precedente edizione), che lascia agli utilizzatori il compito di tradurre le stesse pratiche in processi, adattandoli alle proprie realtà e contesti organizzativi.

Il documento comprende in particolare quattro sezioni centrali, di cui la prima fornisce i concetti fondamentali della disciplina e la successiva i prerequisiti da seguire per introdurre il project management, allo scopo di aumentare la maturità delle organizzazioni in materia.
Si tratta perciò – sottolinea l’Uni – di una norma di ampio respiro, rivolta alle organizzazioni e non solo ai responsabili di progetto, quali sponsor e project manager, ai quali pure sono rivolte sensibili attenzioni e declinazioni dei compiti.

Seguono quindi due sezioni che entrano in modo più specifico in argomento, quali le pratiche di project management integrato e le pratiche gestionali di progetto.

Mentre la cosiddetta gestione di progetti “integrata” comprende un gruppo di pratiche di direzione e coordinamento di più alto livello, le pratiche gestionali si focalizzano su aspetti più operativi di un progetto, e si declinano in 17 gruppi tematici, a loro volta suddivisi ciascuno in pratiche elementari, corrispondenti al quadro dei processi della precedente edizione.

Rispetto a quest’ultima, in aggiunta ai temi fondamentali di ambito, tempi, costi, risorse, qualità, rischi e altri, si introducono la realizzazione dei benefici e il cambiamento socio-organizzativo.
Più evidenza hanno nella nuova edizione altri aspetti quali gestione delle questioni, controllo delle modifiche, reporting e gestione dell’informazione. Una specifica attenzione è rivolta inoltre all’organizzazione di progetto, che vede il riporto al project manager dei “workpackage leader”, e a lato dello sponsor, una funzione di “project assurance”, per dare assicurazione di gestione conforme degli interventi nonché supporto in specifiche attività di supervisione e controllo direzionale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here