Nuovo stabilimento in Croazia per Carel

Carel annuncia l’ampliamento dello stabilimento di Labin (Albona, costa sud-orientale dell’Istria) in Croazia, attuale sede della filiale Carel Adriatic del Gruppo padovano.

Il nuovo stabilimento di 5.200 m2, la cui ultimazione è prevista entro l’inizio del prossimo anno, risponde alla necessità di rendere ancora più flessibile e resiliente la capacità produttiva del Gruppo al fine di sostenere al meglio il rapido percorso di crescita di Carel in Europa, particolarmente forte in Europa dell’Est.

Con lo stabilimento a pieno regime, il Gruppo prevede di assumere fino a 100 nuovi dipendenti, che andranno ad aggiungersi agli oltre 200 dipendenti già presenti nella sede di Labin.

Al fine di rafforzare la relazione con i clienti, il nuovo stabilimento ospiterà al suo interno uno showroom. In questo modo, sarà offerta la possibilità ai clienti di visitare la fabbrica, vedere il processo di produzione – principalmente focalizzato su umidificatori e quadri elettrici – e toccare con mano l’intera gamma di prodotti fabbricati.

Alla presentazione odierna del nuovo progetto in Carel Adriatic hanno partecipato Pietro Rossato, COO del Gruppo CAREL e Presidente del Consiglio di Amministrazione di CAREL Adriatic, e Raffaele Rossi, Direttore Operativo CHR e Valter Glavičić, Sindaco della città di Labin.

«Siamo molto orgogliosi – ha dichiarato Francesco Nalini, Amministratore Delegato del Gruppo Carel – di presentare il nuovo stabilimento in Croazia: quello dell’Europa orientale è un mercato in forte crescita e continua a riservarci grandi soddisfazioni. L’iniziativa si inserisce a pieno nella nostra strategia industriale e nel nostro radicato network internazionale, formato da 9 stabilimenti e oltre 27 filiali commerciali nel mondo. La solida risposta fornita dal Gruppo all’evento pandemico si riflette a pieno nei risultati finanziari in crescita ottenuti nel 2020 e ci permette di proseguire con fiducia nel processo di sviluppo che da sempre caratterizza la nostra Carel».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here