MIX-IND®, origine di una tecnologia

Tutto ha inizio nel 1981. Dopo diverse esperienze nella concezione e nell’installazione di sistemi tecnologici di recupero del calore su impianti industriali, Marco Zambolin deposita il primo brevetto per quella che diverrà la tecnologia MIX-IND® di Pulsione dell’aria ambiente. L’idea nasce analizzando i problemi di stratificazione del calore e di depressione in un edificio di grande volume (più di 10.000 m²) presso lo stabilimento Pirelli Cavi di Milano Bicocca. Tra il 1982 ed il 1983, sono state effettuate delle sperimentazioni con il contributo del Comitato Nazionale per la Ricerca e lo Sviluppo dell’Energia Nucleare e delle Energie Alternative (CNR – ENEA) nell’abito del progetto “Usi civili, industriali, energia e territorio”. Nei 12 anni seguenti la sperimentazione prosegue sotto forma di “ricerca applicata”, sia in Italia che in Francia, realizzando impianti chiavi in mano in fabbricati di grande volume, permettendo così di validare le tecniche progettuali e di calcolo numerico delle forature dei canali nelle condizioni ambientali più estreme di funzionamento. Nel 1995, dopo 25 anni di ricerca e innovazione, per una precisa scelta strategica dell’attuale presidente Marco Zambolin, viene fondata SINTRA S.r.l.

Zambolin intuisce l’enorme potenziale di MIX-IND® nella realizzazione di sistemi all’avanguardia che consentano di raggiungere risultati prestazionali di gran lunga più efficaci delle soluzioni tradizionali utilizzate sino a quel momento.

Questi anni di ricerca, innovazione e sperimentazione hanno permesso di affinare e di mettere a punto la tecnologia, permettendo di costituire un data-base di esperienze di calcolo non solo teoriche ma validate poi sul campo. Questo bagaglio di esperienza ha permesso la realizzazione dell’odierno sistema di calcolo numerico per il dimensionamento degli impianti a pulsione, basato su 30 anni di progettazione e sviluppo che hanno portato alla realizzazione di oltre 10.000 impianti in tutto il mondo.

L’APPLICAZIONE DI MIX-IND®

La tecnologia MIXIND® è nata quindi analizzando principalmente i problemi di stratificazione e di depressione dei fabbricati industriali di grande volume, in particolare quelli ad inquinamento specifico, La tecnologia MIX-IND® si sviluppa e perfeziona nel settore dell’industria automobilistica in Italia ed in Francia (Gruppo PSA – Peugeot e Citroen, Gruppo Fiat – Iveco, sono solo alcune delle nostre referenze). Queste commesse costituiscono un’importante base di esperienze nei fabbricati di grande volume con problematiche ed esigenze particolari:

  • nebbie oleose;
  • fumi di saldatura;
  • ozono;
  • presse a caldo;
  • fonderie.

con esigenze particolari:

  • impianti di verniciatura;
  • metrologie, macerazione;
  • stoccaggio;
  • montaggio;
  • carico e scarico.

Le esperienze progettuali e realizzative si sviluppano anche in altri settori dell’industria, non solo di comfort ma anche di processo produttivo, in particolare nell’industria aeronautica, spaziale, farmaceutica, cemento, ceramica, cartaria, elettronica e tessile.

Grazie ad una progettazione specifica, fiore all’occhiello di SINTRA S.r.l., questa tecnologia permette di risolvere i problemi più complessi di omogeneità delle temperature, pur mantenendo un perfetto controllo delle velocità residue dell’aria in edifici con esigenze ambientali molto diversificate:

  • ambienti ultra-puliti;
  • ambienti ad inquinamento specifico;
  • ambienti ad alto calore endogeno;
  • ambienti di grande altezza e di piccolo volume.

Per tutti questi ambienti, SINTRA progetta e sviluppa impianti con l’utilizzo di canali perforati brevettati, chiamati “PULSORI®”.

Ricorre quest’anno il 40° anniversario della tecnologia MIX-IND®.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here