Intelligenza Artificiale per il controllo real time degli impianti Hvac

intelligenza artificiale

Alisea (Mezzanino, PV) – Azienda di riferimento per l’analisi, bonifica e certificazione di idoneità igienico-sanitaria degli impianti aeraulici e Socia Fondatrice di A.I.I.S.A. (Associazione Italiana Igienisti Sistemi Aeraulici) presenta al mercato italiano l’innovativo RemotAir®, sistema pioneristico, dotato di un nucleo di Intelligenza Artificiale dislocato in Cloud e una sensoristica tra le più evolute, che permette di monitorare costantemente, da remoto, lo stato igienico degli impianti HVAC. Un alleato, oggi più che mai, indispensabile per le Imprese che, alla luce dell’attuale esperienza derivante dalla pandemia da Covid-19, sono ancor più chiamate ad assicurare la salubrità dell’aria indoor, per luoghi di lavoro confortevoli e sicuri in cui operare.

“Tra i numerosi punti di forza spicca, in particolare, la sua capacità di gestire i vari apparati di sanificazione attiva, controllandone il corretto funzionamento in tempo reale.” Commenta Andrea Casa, Amministratore Delegato di Alisea e Presidente Emerito di A.I.I.S.A. (Associazione Italiana Igienisti Sistemi Aeraulici), che aggiunge “In caso di anomalie, infatti, il sistema invia in automatico un alert, allo scopo di eseguire, con tempestività, interventi di manutenzione finalizzati al ripristino dell’efficienza. Inoltre, di cruciale importanza anche la sua azione di verifica dei parametri microclimatici, come temperatura e umidità relativa, responsabili della proliferazione di cariche microbiche.”

Nato dalla sinergia tra l’expertise di Alisea nel campo dell’igiene aeraulica, lo studio e i test pluriennali effettuati dal suo Team R&D e l’Università di Pavia, RemotAir® rappresenta, dunque, una rivoluzione per il settore, che pone le basi per una corretta gestione dell’igiene aeraulica, a favore di un controllo non più periodico, bensì costante dello stato degli impianti.

In concreto, RemotAir® permette di eseguire il controllo in remoto delle Unità di Trattamento Aria e delle condotte aerauliche, con cui è possibile monitorare la qualità dell’aria erogata dall’impianto e registrare in modo preciso le tempistiche di formazione della contaminazione, per un’analisi predittiva sullo stato igienico e sulle condizioni di esercizio degli impianti HVAC. L’utilizzo di sofisticati algoritmi di machine learning permette al sistema di apprendere dall’esperienza e di migliorare le sue prestazioni in modo adattivo, eseguendo, altresì, una stima della possibile evoluzione della contaminazione. Tutto ciò è reso possibile grazie all’attenta elaborazione dei dati provenienti dai sensori installati a bordo dell’impianto e la loro reciproca interazione, eseguita attraverso la speciale architettura software basata su Fuzzy Logic.

RemotAir® può, inoltre, registrare, anche più volte al giorno, immagini in alta risoluzione dell’interno degli impianti che permettono al sistema di identificare la quantità di polveri depositata sulle superfici interne degli impianti e inviare degli alert qualora i livelli dovessero avvicinarsi al valore soglia indicato dallo Standard NADCA ACR 2013, pari a 0,75 g/m2. In secondo luogo, vigila sull’eventuale presenza di batteri, virus e miceti, fattori causa della contaminazione microbiologica e avvisa in caso si verifichino le condizioni di rischio.

Le funzioni di controllo in continuo consentono, altresì, di operare una valutazione dello stato dei filtri installati, allo scopo di ottimizzare i costi della loro sostituzione e l’efficienza delle batterie scambio termico, a favore di un sensibile e documentato miglioramento delle performance energetiche dell’impianto di trattamento aria. Infine, tutti i dati rilevati sono disponibili online, in tempo reale, attraverso un portale internet multipiattaforma, fruibile per i clienti da PC, tablet e smartphone.

“Un vero e proprio cambio di paradigma, dunque, che permetterà ai datori di lavoro di mettere ancora una volta al primo posto la salute e la sicurezza dei propri dipendenti negli ambienti confinati e di dimostrare la più completa ottemperanza alle norme di legge, esonerandoli da ogni responsabilità civile e penale”, conclude Andrea Casa.

intelligenza artificialeintelligenza artificialeintelligenza artificialeintelligenza artificiale

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

[recaptcha]
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here