Immergas porta “Energie per la Scuola” in Campania

“Energie Per La Scuola”I laboratori didattici in cinque anni hanno coinvolto 40 scuole e oltre 6.000 alunni delle elementari e delle medie in sette regioni, ma anche una decina di sindaci e tanti amministratori locali.

La svolta “plastic free” della Regione Campania votata a Napoli dal Consiglio Regionale è arrivata nello stesso giorno scelto da Immergas per portare anche in provincia di Avellino il programma di educazione alla sostenibilità e al risparmio energetico “Energie per la Scuola” lanciato nell’anno del 50° dalla fondazione dell’azienda.

L’impegno crescente verso il mondo della scuola, in cinque anni ha portato alla definizione del protocollo di intesa siglato con il MIUR (il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica) aprendo l’orizzonte nazionale alla diffusione del programma didattico sull’uso consapevole delle energie.

«Abbiamo già portato il programma Energie per la Scuola in sette Regioni (Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte, Marche, Campania e Friuli Venezia Giulia) coinvolgendo 40 scuole e oltre 6.000 alunni delle elementari e delle medie, ma anche una decina di sindaci e tanti amministratori locali» – spiega Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas«il bilancio è molto positivo e Immergas intende continuare a investire, come ha sempre fatto dalla sua fondazione, per stringere legami forti in tutti i territori, dove porta le sue soluzioni avanzate per migliorare il clima domestico, rispettando al tempo stesso l’ambiente e risparmiando energia grazie a soluzioni tecnologicamente avanzate».

Incontri aperti che lasciano una traccia concreta visto che la voglia di sostenibilità si trasmette dalle aule alle case, dai bambini e dalle bambine ai loro genitori e alla collettività come è avvenuto a Sperone in provincia di Avellino, dove 54 allievi che frequentano la quinta elementare e la terza media nei poli scolastici Giovanni XXIII e Don Ennio Pulcrano hanno animato due laboratori.

«Il comune di Sperone è tra i più virtuosi in Campania nel recupero dei rifiuti (il 94% di raccolta differenziata) e può sviluppare attenzioni sul tema del risparmio energetico» – ha aggiunto il Sindaco di Sperone Avv. Marco Santo Alaia – «anche grazie a iniziative come i laboratori per gli studenti delle scuole elementari e medie offerti da Immergas possiamo intensificare il nostro impegno anche nell’ottica di diventare un comune plastic free e per questo abbiamo dato pieno sostegno alle iniziative lanciate da Greta Thunberg».

Nella seconda giornata del tour in Campania, il programma “Energie per la Scuola: produrre meglio, consumare meno” è stato al centro di un laboratorio con 160 ragazzi delle classi premiate a livello nazionale nell’ambito del progetto per la sostenibilità ambientale degli istituti Cipolletti di Avellino e Montoro e Perna – Alighieri di Avellino. Il nostro progetto ha inoltre ottenuto il patrocinio dalla Provincia di Avellino.

All’incontro nella Sala Rossa del complesso monumentale ex Carcere Borbonico di Avellino hanno portato contributi il Provveditore agli Studi di Avellino Dott.ssa Rosa Grano, che è anche referente regionale del MIUR, il Direttore Finanziario degli istituti scolastici parificati di Avellino e Montoro Prof. Gaetano Criscitello, la Coordinatrice Didattica e Legale dell’Istituto Cipolletti Dott.ssa Emilia Sica, il Sindaco di Montoro e Consigliere della Provincia di Avellino Avv. Girolamo Giaquinto, il Consigliere Comunale di Montoro Raffaele Guariniello, docenti e amministratori locali impegnati nei progetti di educazione alla sostenibilità.

«Sicuramente la collaborazione con un’azienda come Immergas apre nuove opportunità per insegnanti e allievi» – ha commentato il Provveditore agli Studi di Avellino Dott.ssa Rosa Grano«ci consente di realizzare iniziative didattiche basate su una formula che attira l’interesse dei nostri studenti. I laboratori scientifici sono per noi la metodologia vincente per promuovere conoscenze e competenza. É un modello replicabile, possiamo immaginare un percorso con tante scuole della provincia di Avellino che potrà essere arricchito e sviluppato».

Azioni concrete, piccoli gesti che il programma Energie per la Scuola stimola e che possono trasformarsi in grandi cambiamenti nelle abitudini quotidiane.

«Cogliendo le sensibilità plastic free che stanno conquistando consensi» – ha aggiunto Ettore Bergamaschi, Direttore Marketing Operativo e Comunicazione Immergas«abbiamo donato a tutti gli allievi che hanno partecipato al programma Energie per la Scuola una borraccia per aiutarli a non usare più bottiglie di plastica».

Due eventi che puntano a rendere la Campania sempre più plastic free e al tempo stesso vogliono informare gli studenti delle scuole elementari e medie sulle tante piccole e grandi azioni positive che possono scegliere di fare, ogni giorno, per contribuire a salvare la Terra dove vivono, partendo dall’uso della borraccia donata da Immergas per eliminare tante bottiglie di plastica.

Piccoli gesti che si uniscono alla decisione del Consiglio Regionale della Campania che ha approvato la Proposta di Legge firmata dal consigliere regionale Carlo Iannace, “Misure per la riduzione dell’incidenza della plastica sull’ambiente e modifiche legislative in materia ambientale” che riguarda tutti i luoghi in cui è fatto divieto di utilizzare materiale in plastica, come scuole, uffici pubblici, parchi, aree protette e spiagge, a partire dal 3 luglio 2021. Un provvedimento legislativo che ha visto gli studenti della Provincia di Avellino partecipare attivamente alla fase di studio sulla nuova Legge e altrettanto attivamente partecipare alle iniziative lanciate da Immergas.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

[recaptcha]
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here