Pompa di calore geotermica eHPoca GEO WW di Innova

pompa di calore geotermicaLe pompe di calore “tradizionali” sono macchine termo-frigorifere a consumo elettrico considerate da tempo una delle più efficienti soluzioni ad alte prestazioni energetiche per climatizzare gli edifici in estate e in inverno attraverso uno scambio termico con una sorgente esterna rinnovabile, generalmente l’aria. In questo caso, però, più la temperatura dell’aria utilizzata è bassa, minore è il rendimento della pompa di calore che per ottenere il clima necessario dovrà utilizzare una quantità di energia elettrica più elevata, perdendo inevitabilmente di efficienza.

Per mantenere i massimi livelli di efficienza in ogni condizione climatica, Innova (Storo, TN) ha sviluppato eHPoca GEO WW, la pompa di calore geotermica che utilizza come sorgente esterna altri due elementi presenti in natura: l’acqua di falda e la temperatura del terreno, due fonti di energia che garantiscono una temperatura costante (10÷15 °C) tutto l’anno a vantaggio di un funzionamento stabile e di un rendimento molto superiore rispetto alla classica pompa di calore ad aria.

L’elevata efficienza di eHPoca GEO WW di Innova consente di dedicare alla climatizzazione una quota minima dell’energia elettrica che, in un edificio ad alte prestazioni energetiche, può essere prodotta da un campo fotovoltaico e stoccata in una batteria d’accumulo per fronteggiare i periodi di scarso soleggiamento.

eHPoca GEO WW di Innova è da considerare, quindi, un vero e proprio “cuore” per ottenere un impianto di climatizzazione ad alte prestazioni e a impatto ambientale praticamente nullo.

Rispettosa dell’ambiente

Il ricorso a un impianto geotermico con eHPoca GEO WW di Innova è una soluzione altamente rispettosa dell’ambiente, indicata in edifici di piccole e grandi dimensioni ubicati in aree dal clima rigido (invernale ed estivo) realizzati sopra una falda o che dispongono di terreno circostante (necessario per la realizzazione dei pozzi o del campo geotermico) oppure equipaggiati con un impianto ad anello o “waterloop” (molto diffuso nelle applicazioni commerciali).

Per ottenere lo scambio termico, infatti, è necessaria la realizzazione di pozzi a circuito aperto ad acqua di falda, oppure di un campo composto da sonde ipogee orizzontali o verticali (circuito chiuso ad acqua + glicole), equipaggiato con una semplice pompa di circolazione e, a valle della pompa di calore geotermica un accumulo termostatico suggerito per conferire ulteriore inerzia all’impianto, a vantaggio di un maggiore risparmio energetico.

Anche se caratterizzato da un maggiore costo iniziale, un impianto geotermico realizzato con le pompe di calore eHPoca GEO WW di Innova costituisce un vero e proprio investimento che, azzerando le nostre spese per ottenere una climatizzazione ottimale e acqua calda sanitaria per la nostra abitazione, si ripagherà nel giro di qualche anno.

Applicazioni diversificate

500 mm. (L) x 380 mm. (P) x 825 mm. (H) sono le dimensioni estremamente contenute delle pompe di calore eHPoca GEO WW di Innova a cui può essere abbinato un bollitore separato per la produzione dell’acqua calda sanitaria della capacità di 170 litri per realizzare un impianto integrato e completo sia per la climatizzazione estiva e invernale, sia per le necessita idrico-sanitarie.

Grazie alla possibilità di affiancare più unità con funzionamento in cascata, per fronteggiare fabbisogni termo-frigoriferi superiori, eHPoca GEO WW è la soluzione ideale per qualsiasi applicazione in ambito residenziale (mono/bifamiliare, condominiale) e terziario/alberghiero.

eHPoca GEO WW di Innova è in classe energetica A+++ ed è disponibile in due taglie di potenza termica/frigorifera: la versione 5 M che mette a disposizione 5,55 kWt (max 7,33 kWt) per il riscaldamento (max COP = 5,93) e 6,60 kWf (max 8,82 kWf) per il raffrescamento (max EER = 8,81) a fronte di una potenza elettrica assorbita pari a 0,82 kWe e la versione 9 M che mette a disposizione 8,88 kWt (max 11,00 kWt) per il riscaldamento (max COP = 5,92) e 10,59 kWf (max 13,22 kWf) per il raffrescamento (max EER = 8,18) a fronte di una potenza elettrica assorbita pari a 0,81 kWe.

Entrambe le versioni possono essere installate nelle configurazioni a vista e ad incasso (completa di cassaforma) e sono equipaggiate con tutti i componenti utili al funzionamento:

  • compressore DC inverter con circuito frigorifero caricato con gas R32 (a basso GWP);
  • pompa circuito primario lato impianto;
  • pompa o valvola modulante lato sorgente (per scambio termico);
  • filtro Y;
  • sonda aria esterna remotizzabile.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

[recaptcha]
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*