Prima filiale Mitsubishi Electric in Romania

L’inaugurazione della nuova filiale di Mitsubishi Electric a Bucarest. Da sinistra: Marcello Malavasi, Living Environmental Systems Director; Yoji Saito, President & CEO di Mitsubishi Electric Europe B.V; Andrea Veronese, Romania Branch Manager & MEU-IT Export Department Manager.

La Divisione Climatizzazione di Mitsubishi Electric ha inaugurato la filiale di Bucarest, in Romania. La nuova filiale è stata aperta con l’obiettivo di rafforzare la presenza del brand nel mercato rumeno. Oltre ai distributori e ai partner rumeni di Mitsubishi Electric, all’evento erano presenti Yoji Saito, Presidente e CEO di Mitsubishi Electric Europe B.V., e Andrea Veronese, chiamato a dirigere la nuova filiale di Mitsubishi Electric in Romania.

Il fatturato di vendita della società nel 2017 è stato di circa 10 milioni di euro, pari a circa il 10% del mercato locale dei sistemi di climatizzazione dell’aria. Negli ultimi anni, Mitsubishi Electric ha raddoppiato la sua quota di mercato in questa categoria e prevede un’ulteriore crescita nel 2018.

«Mitsubishi Electric ha beneficiato per molti anni di una forte presenza nel fiorente mercato rumeno. Investendo in questa nuova filiale riaffermiamo il nostro impegno nei confronti di questo Paese e l’inizio di una nuova crescita nell’Europa orientale», ha affermato Yoji Saito, Presidente e CEO di Mitsubishi Electric Europe B.V.

In merito alla decisione di aprire questa nuova filiale, Andrea Veronese, Branch Manager di Mitsubishi Electric Romania, ha dichiarato: «Abbiamo preso la decisione di consolidare la presenza di Mitsubishi Electric in Europa investendo in Romania data la straordinaria crescita del mercato locale negli ultimi anni. Inoltre, l’economia locale ha registrato una solida crescita per cui riteniamo che le condizioni siano favorevoli per costruire e consolidare la presenza del brand».

La Divisione Climatizzazione di Mitsubishi Electric è presente in Romania sin dagli anni ‘90, attraverso una fitta rete di distributori, che hanno contribuito notevolmente allo sviluppo del mercato locale.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here