A Progetto Fuoco 2016 tutte le nuove tecnologie applicate agli impianti

ProgettoFuocoFiera2Il mondo del riscaldamento con la legna ha in Progetto Fuoco la sua più grande manifestazione fieristica a livello mondiale: anche per questo la 10^ edizione, in programma a Veronafiere dal 24 al 28 febbraio 2016, sarà ancora più caratterizzata dall’impulso all’internazionalizzazione.
Lo conferma Raul Barbieri, direttore di Piemmeti, società organizzatrice di Progetto Fuoco: “Fin dalla chiusura della scorsa edizione 2014 abbiamo dato impulso ad una forte promozione all’estero, partecipando a fiere, lavorando in sinergia con le Camere di Commercio italiane all’estero per organizzare delegazioni di operatori stranieri al prossimo appuntamento di febbraio 2016, invitandone anche da mercati nuovi ed emergenti”.

Un’attenzione sempre crescente verso l’estero si traduce anche in aumento del numero degli espositori, e per questo Progetto Fuoco 2016 conterà sull’ampliamento dello spazio espositivo: saranno infatti sette i padiglioni occupati oltre alle aree esterne del quartiere fieristico veronese, che si conferma così sempre di più appuntamento irrinunciabile per gli operatori del settore. Verrà ampliato ulteriormente anche l’impianto di aspirazione fumi, cui si collegheranno caminetti e stufe: nella scorsa edizione gli impianti accesi e funzionanti erano duecentocinquanta.
A Verona, nei cinque giorni di svolgimento della Manifestazione, il gotha della produzione mondiale proporrà l’intera gamma di attrezzature, sistemi e prodotti: dai caminetti alle stufe a legna e a pellets, dalle cucine a legna, alle termocucine, dal pellet ai prodotti per la pulizia, dalle caldaie pluricombustibile ai silos per stoccaggio, dalle macchine spaccalegna agli accessori per fumisteria, ecc. I numeri della scorsa edizione confermano, negli anni, la costante crescita di Progetto Fuoco: 653 espositori di cui 248 stranieri su 85.000 mq, 75.000 visitatori di cui 9.000 esteri.
Chi espone a questa Mostra internazionale di impianti ed attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione di legna, sa che trovandosi al centro dell’universo del settore incontrerà operatori di tutto il mondo e avrà una visibilità difficilmente riscontrabile altrove; inoltre entrerà in contatto con i centri di studio e progettazione delle nuove tecnologie applicate agli impianti, da quelli domestici a quelli di grandi dimensioni.

Il programma dei cinque giorni di convegni, workshop e incontri tecnici è curato da Piemmeti SpA e dal suo sponsor tecnico AIEL, con la collaborazione dell’Università di Padova, di altri Istituti Universitari e dalle più importanti Associazioni di categoria. Per meglio connotare gli ambiti di utilizzo e i vantaggi del riscaldamento mediante biocombustibili a legna, la manifestazione affianca tre aree dedicate: PF Technologie (grandi impianti a biomassa), Italia Legno Energia (la legna nei nostri boschi) PF International Pellet Market (mercato internazionale del pellet). Promuovendo l’uso della legna Progetto Fuoco diffonde alcuni principi non ancora del tutto conosciuti dai consumatori finali: risparmio ed abbattimento dei consumi, possibilità di accedere agli incentivi del Conto Termico, sicurezza e sostenibilità per il minor inquinamento da combustibili fossili e salvaguardia dei boschi italiani che sono in continua crescita.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

RCI – progettare rinnovabili riscaldamento climatizzazione idronica © 2017 Tutti i diritti riservati