Caldaie a biomassa, i chiarimenti di Enea per ottenere le detrazioni del 65%

caldaie a biomassa

Quali sono le detrazioni fiscali relative all’Ecobonus del 65% per la riqualificazione energetica? Enea ha aggiornato il Vademecum nel quale sono contenuti anche i requisiti tecnici e la documentazione per interventi su impianti termici. L’aggiornamento riguarda le schermature solari e gli impianti a biomassa. Questoi ultimi devono fra le altre cose rispettare alcuni requisiti:

  • il generatore di calore deve appartenere a una delle categorie elencate nella tabella presente nel vademecum
  • devono rispettare le normative locali per il generatore e per la biomassa
  • devono essere conformi alle classi di qualità A1 e A2 delle norme UNI EN 14961-2 per il pellet e UNI EN 14961-4 per il cippato.

Inoltre il vademecum sottolinea che la stessa agevolazione del 65% riguarda anche le operazioni di sostituzione di un impianto esistente con una caldaia a biomassa. Rientrano nelle spese incentivabili quindi anche le operazioni di smontaggio e dismissione dell’impianto esistente, la fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, opere idrauliche e murarie necessarie per la sostituzione.

Enea ha prodotto questo aggiornamento in seguito all’approvazione della Legge di Stabilità 2015.

Scarica il Vademecum Enea

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

RCI – progettare rinnovabili riscaldamento climatizzazione idronica © 2017 Tutti i diritti riservati