LU-VE GROUP entra in borsa

aerea_sxIndustrial Stars of Italy (ISI) porta LU-VE in Borsa a luglio. ISI, la SPAC di Development Capital quotata sulla Borsa AIM Italia, ha siglato un accordo per l’integrazione con LU-VE Group.

A seguito delle assemblee, che si terranno entro il mese di aprile, l’accordo prevede che LU-VE Group incorpori ISI e contestualmente si quoti sul mercato AIM Italia. Tutte le risorse di ISI saranno quindi destinate a un aumento di capitale.

La famiglia Liberali, deterrà in ogni caso il controllo di diritto di LU-VE S.p.A., anche a seguito della quotazione. La capogruppo LU-VE S.p.A. è controllata al 74 % da Finami S.r.l., facente capo alla famiglia Liberali e per il 26 % da G4 S.r.l. facente capo alla famiglia Faggioli. Nessuno degli attuali soci venderà azioni nell’ambito dell’operazione con ISI.

Il Consiglio di Amministrazione di LU-VE S.p.A. post fusione sarà composto da 10 membri. Tra essi: presidente sarà il fondatore Iginio Liberali, vicepresidente Pierluigi Faggioli e amministratori delegati Matteo Liberali e Michele Faggioli. Giovanni Cavallini e Attilio Arietti saranno consiglieri in rappresentanza di ISI.

Iginio Liberali, Presidente di LU-VE Group, ha dichiarato: “LU-VE Group corona 30 anni di storia. L’apertura del capitale e l’accesso alla Borsa sono la prosecuzione della crescita che ci ha contraddistinti fin qui, seguendo i nostri tradizionali principi: leadership e passione. I fondi raccolti saranno dedicati a nuovi investimenti di sviluppo organico ed esterno, con l’obiettivo di rafforzarci ulteriormente sui mercati a più alto tasso di sviluppo”.

Giovanni Cavallini, Presidente di ISI, ha affermato: “Industrial Stars of Italy, prima di scegliere LU-VE, ha analizzato centinata di società. Con questo accordo proponiamo ai nostri investitori un’operazione che rispetta pienamente gli obiettivi che ci eravamo posti: fornire risorse per lo sviluppo ad una eccellente azienda industriale italiana, già internazionalizzata e leader in una nicchia di mercato redditiva e in crescita. Siamo certi che gli investitori che ci seguiranno in questa iniziativa ne trarranno grandi soddisfazioni”.

Matteo Liberali e Michele Faggioli, rispettivamente CEO e COO di LU-VE Group hanno dichiarato: «Per noi l’obiettivo dell’operazione con Industrial Stars of Italy è raccogliere risorse per l’ulteriore crescita di LU-VE Group, mirata soprattutto ai mercati esteri e all’ampliamento del nostro range di applicazioni. Negli ultimi cinque anni, il Gruppo ha registrato una crescita media annua del fatturato superiore al 9% e una redditività media di circa il 14% (EBITDA margin). Il Gruppo ha un track record di acquisizioni di successo.

Le parole chiave del nostro sviluppo sono creatività, flessibilità e velocità. La strategia per il futuro? E’ racchiusa nel verso di Nazim Hikmet “I più belli dei nostri giorni non li abbiamo ancora vissuti”,

che usiamo sempre per chiudere le nostre presentazioni».

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

RCI – progettare rinnovabili riscaldamento climatizzazione idronica © 2017 Tutti i diritti riservati