Nell’ospedale ai Caraibi gli impianti sono al top. E parlano italiano

Caraibiaerea1Il New National Hospital di Castries, il più importante ospedale della piccola isola di Saint Lucia, nelle Piccole Antille, è stato recentemente completato da INSO SpA, uno dei principali general contractor italiani, utilizzando fondi dell’Unione Europea. L’edificio è realizzato con strutture antisismiche ed è in grado di resistere ai violenti uragani estivi. Oltre alla completa fornitura di attrezzature e dispositivi medicali, anche la sezione tecnologica è di assoluta avanguardia. Sono presenti cisterne per l’acqua potabile, impianto di trattamento dei reflui, centrali termiche con caldaie e collettori solari termici, gruppi frigoriferi e unità di trattamento dell’aria, oltre a tutti i sistemi di sicurezza e comunicazione che caratterizzano l’edilizia sanitaria corrente: rilevazione e spegnimento automatico degli incendi, protezione dalle scariche atmosferiche, videosorveglianza, controllo accessi con carta magnetica, diffusione sonora e ricezione televisiva, reti dati e di comunicazione telefonica e interfonica. Tutti gli impianti sono connessi al sistema di supervisione, regolazione e controllo, attestato in un locale dedicato. Sul fronte sanitario, si segnala la presenza dell’impianto di trattamento delle acque per la dialisi renale. (Giuseppe La Franca).

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

RCI – progettare rinnovabili riscaldamento climatizzazione idronica © 2017 Tutti i diritti riservati